In ricordo di Michele Strazzera

In ricordo di Michele Strazzera

Carissimo Fratello,

oggi è il 21 Marzo 2014, è giorno dell’Equinozio di Primavera. Nel ciclo cosmico della Grande Opera della Natura, oggi è il giorno in cui la Terra si presenta come un punto della linea retta costituita con i suoi grandi Luminari MicheleStrazzera--Foto(il Sole e la Luna). Ciò raffigura bene l’equilibrio del Cosmo che si presenta come un insieme ordinato, ben lungi dal Caos dal quale è stato originato.

Oggi il buio e la luce del giorno hanno la stessa durata. Ciò rappresenta uno dei punti cruciali dell’eterna lotta tra la Luce e le tenebra. Da oggi in poi la Luce durerà di più ogni giorno sulla Terra. Ciò apporta i suoi benefici a tutte le creature che attendevano tale giorno da quello del Solstizio invernale, punto in cui la Luce, dopo aver raggiunto il suo periodo temporale più breve, ricomincia a potenziare la sua durata.

Noi massoni sappiamo bene che questa lotta cosmica è ciclica, anche se siamo compattamente schierati a difesa del Sole e della vita, pronti a combattere perché le tenebre non prevalgano.

Fratelli, oggi è anche il primo anniversario della partenza del nostro carissimo Fratello Michele Strazzera nelle Valli Celesti dell’Oriente Eterno. L’anno scorso abbiamo auspicato che il suo cammino verso la Luce sia stata colmo di fronde di Acacia. A nessun Iniziato è sembrato privo di senso che la sua dipartita dal mondo terrestre fosse avvenuta nel giorno dell’Equinozio di Primavera. L’abbiamo preso come carico di valenze iniziatiche.

Alla luce di tutto ciò, oggi, voglio ricordare il nostro amato “michelaccio”, ex Maestro Venerabile della mia R.L. “Rinnovamento” n° 348 all’Oriente di Trapani.

Porgo a tutti i Fratelli il mio più affettuoso T:. F:. A:.

GN 3°